Israele è la conferma dell’inutilità del siero sperimentale

Israele è considerato uno dei paesi con i tassi di vaccinazione più alti del mondo, con 5,3 milioni dei suoi cittadini inoculati con due dosi, e con i giornali che, settimane fa dichiaravano che la nazione aveva raggiunto “l’immunità di gregge” – peccato che il numero di casi, da allora, e’ aumentato esponenzialmente.

E ora sembra che anche il tanto pubblicizzato richiamo per il COVID potrebbe non essere in grado di proteggere: “I dati del Ministero della Sanità interna mostrano che 14 israeliani sono stati infettati da COVID-19 una settimana dopo aver ricevuto il richiamo, riporta il notiziario di Channel 12”, scrive il The Times of Israel.

Se confermate in campioni più grandi, le cifre potrebbero mettere in dubbio l’efficacia del richiamo, che Israele ha iniziato a somministrare prima che i principali organismi sanitari di tutto il mondo lo approvassero.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.